OTTICA GIORGI

  • Ottica Giorgi

Servizi

servizi

Da Ottica Giorgi la competenza e la cura professionale sono al primo posto. Crediamo fermamente nella missione dell'ottico optometrista come consulente per il benessere visivo di tutta la famiglia e siamo consapevoli che una buona visione e la scelta dei giusti ausili ottici sono elementi fondamentali per migliorare la qualità della vita di ognuno.


Per questo nel nostro centro ottico sono sempre a vostra disposizione una serie di servizi professionali di altissimo livello, prestati da personale altamente qualificato e costantemente aggiornato grazie a un programma di formazione continua e periodica.

Consigli per la vista

OCCHIO NORMALE

EMMETROPIA

L' emmetropia è la condizione normale dell'occhio in stato di riposo (quando non è impegnato nell'accomodazione), per cui i raggi paralleli provenienti da un oggetto posto a grande distanza (teoricamente all'infinito) hanno il loro fuoco esattamente sulla retina e formano immagini nitide.


DIFETTI VISIVI E CORREZIONE

Per ogni difetto visivo esiste una lente correttiva specifica, lasciati consigliare da noi nella scelta dei materiali, della geometria e dei trattamenti adatti al tuo stile di vita. Se ancora non ti è chiaro cos’è il tuo difetto visivo, ecco qualche piccola indicazione!
 

_______________________________________________________________________________________________________________________________________

IPERMETROPIA
_______________________________________________________________________________________________________________________________________

 L'ipermetropia è la condizione refrattiva nella quale i raggi provenienti da un oggetto posto a grande distanza si mettono a fuoco oltre la retina ed appaiono quindi poco nitidi. Un certo grado d'ipermetropia può essere compensato grazie all'accomodazione, cioè grazie ad uno sforzo di messa a fuoco da parte del cristallino. Quando l’accomodazione non è sufficiente saranno necessarie lenti positive per compensare il difetto visivo.
Da un punto di vista ottico il bulbo oculare è troppo corto rispetto al potere refrattivo (ossia alla capacità di messa a fuoco dell'occhio).

L'ipermetrope può compensare la sua ametropia, ma ciò può avvenire solo per difetti di entità medio-bassa.

La compensazione dell'ipermetropia dipende, inoltre, dal grado di accomodazione disponibile: è massimo in giovane età ma diminuisce con il passare degli anni. Questo spiega perché un certo grado d'ipermetropia da giovani venga compensato tranquillamente, mentre con l'avanzare dell'età va corretto con lenti sempre più forti.

Come si corregge?

L’ipermetropia si corregge con lenti monofocali positive, preferibilmente a geometria asferica per ottenere maggiore sottigliezza, una visione periferica più precisa e ridurre l’effetto “ingrandimento” dell’occhio.
E’ possibile la compensazione anche con lenti a contatto, morbide o gas-permeabili, particolarmente consigliata in caso di ipermetropie medio-elevate, in quanto garantiscono una visione più reale annullando l’effetto ingrandente dato dall’occhiale.

Vedi immagine.

_______________________________________________________________________________________________________________________________________

MIOPIA
_______________________________________________________________________________________________________________________________________

La miopia è la condizione refrattiva nella quale i raggi luminosi provenienti da un oggetto posto a grande distanza non si focalizzano sulla retina, ma davanti ad essa. La conseguenza è che gli oggetti osservati tendono ad apparire sfocati, e la visione è migliore o nitida a breve distanza. La miopia, come tutti i difetti visivi, si misura in diottrie e per correggerla si deve ricorrere a lenti negative, grazie alle quali le immagini arrivano a fuoco sulla retina.
Da un punto di vista ottico il bulbo oculare miope è più lungo o il potere refrattivo troppo forte.

Immaginando la retina come uno schermo sul quale arriva l'immagine proveniente da un proiettore, nel miope l'immagine è come se risultasse sfocata sullo schermo, per cui è necessario spostare il fuoco all'indietro con un'opportuna regolazione, così da poter essere vista nitidamente.

Come si corregge?
La miopia si corregge con lenti monolocali negative, la scelta del materiale dipende dal valore diottrico e dal tipo di montatura.
Oggi esistono materiali e geometrie innovative che permettono di ottimizzare gli spessori anche per le miopie più elevate, garantendo estrema leggerezza e una qualità visiva ad alta definizione.
Per gli studenti e i giovani adulti fino alla soglia della presbiopia che sollecitano spesso la visione da vicino nello svolgimento della propria attività.

Vedi immagine.
 

_______________________________________________________________________________________________________________________________________

ASTIGMATISMO
_______________________________________________________________________________________________________________________________________

L' astigmatismo è un difetto refrattivo molto comune caratterizzato dal fatto che i raggi luminosi che entrano nell'occhio non vanno a concentrarsi tutti nello stesso punto (fuoco), ma principalmente su due piani focali differenti, causando una visione sfocata o sdoppiata a tutte le distanze.

Nella grande maggioranza dei casi questo fenomeno è dovuto ad una asimmetria nella curvatura della cornea, in cui un meridiano risulta più curvo dell’altro.

Tale irregolarità può talvolta interessare il cristallino e in tal caso si parlerà di astigmatismo interno o lenticolare.

Un esempio può rendere meglio l'idea: in un soggetto normale la cornea ha la stessa curvatura e può essere paragonata come forma ad un pallone da calcio;in un soggetto astigmatico invece la cornea può grossolanamente ricordare la forma di un pallone da rugby.

L'astigmatismo provoca una distorsione delle immagini. Un soggetto astigmatico, ad esempio, se osserva un punto luminoso lo vede deformato o come una linea.
L'astigmatismo può essere associato a miopia, ipermetropia e presbiopia.

Come si corregge?
L’astigmatismo si corregge con lenti monofocali toriche. Oggi è possibile la compensazione anche con lenti a contatto morbide sia mensili che giornaliere.

Vedi immagine.
 

_______________________________________________________________________________________________________________________________________

PRESBIOPIA
_______________________________________________________________________________________________________________________________________

La presbiopia è una condizione fisiologica del sistema visivo, legata alla perdita graduale di elasticità del cristallino che determina un calo di efficienza dell'apparato accomodativo e quindi la progressiva perdita di qualità della visione ravvicinata (lettura, lavoro al computer, ecc.).
Insorge mediamente attorno ai 40 anni e si manifesta con visione inizialmente difficoltosa e poi sempre più sfocata da vicino, migliorabile allontanandosi da ciò che si osserva o aumentando l’illuminazione. Ha come effetto secondario negli ipermetropi non corretti, la quasi contemporanea difficoltà di accomodazione anche nella visione da lontano.

Come si corregge?
La presbiopia si compensa con l’aggiunta di potere positivo all’abituale correzione da lontano e ciò è attuabile in tre modi differenti:
con lenti monofocali, che consentono di vedere nitidamente ad una distanza fissa da vicino, obbligando il soggetto presbite a togliere o abbassare sul naso l’occhiale per mettere a fuoco oggetti posti oltre il piano di lettura;
con lenti a profondità di campo, dette anche occupazionali o per media distanza, che grazie ad un design innovativo offrono la possibilità di estendere il campo di visione nitida dai 40 cm fino a 1 m, soluzione ottimale per chi lavora ad una scrivania in continua alternanza tra lettura e computer;
con lenti bifocali, che permettono di vedere nitido da lontano e da vicino, ma trascurano la distanza intermedia (intorno ai 2 metri) in cui la visione risulta comunque annebbiata. Esteticamente risultano meno gradite a causa della visibilità della zona ottica per il vicino;
con lenti multifocali o progressive, che rappresentano la soluzione più evoluta e definitiva, in quanto correggono ogni difetto visivo assicurando visione nitida a tutte le distanze. Oggi esiste una vasta offerta di lenti multifocali che le differenzia in modo anche molto marcato a livello sia di costo che di prestazioni. A seconda delle esigenze ed aspettative del portatore è possibile personalizzare la costruzione delle lenti in base ai suoi parametri fisici e comportamentali (EYECODE).

Vedi immagine.

Ottica Giorgi | 11, Corso Aldo Moro - 21100 Varese (VA) - Italia | P.I. 00157500125 | Tel. +39 0332 286398 | Fax. +39 0332 286398 | info@otticagiorgivarese.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy